ELISIR-DAL SEGNO DEI PESCI

dal segno dei Pesci ENGEL NATURA

 

scopri le gocce di magia

elisir

engel/elisir offre le profumazioni uniche degli oli essenziali che parlano, con il loro effluvio originato dalle Fate, delle essenze naturali dei fiori con la loro freschezza aromatica e che diffondono il profumo della notte ove le Fate esalano tutte le fragranze incantate nella magia del calar del sole.

engel/elisir libera le magiche essenze concepite dalle Fate che contengono soltanto gli oli essenziali puri e si distinguono per le loro fragranze contenute nei fiori, nelle foglie, nelle radici e nei rizomi, nei muschi bianchi e nei frutti nati nei loro boschi.

engel/elisir rivela come le Creature turchine, dalle loro selve, suggeriscono ai Maestri Profumieri il modo di creare, con le loro Essenze, gli Oli profumati per regalare tutto ciò che dalla natura si sprigiona e che stimola l’attrazione, il desiderio e l’ammirazione.

engel/elisir svela che Fate vogliono altresì suggerire ai Maestri Acconciatori ed Estetici, shampoo, creme per capelli e creme di bellezza che sono un rimedio naturale per rendere la pelle ed i capelli morbidi, elastici e lucenti donando un aspetto più giovane ma soprattutto all’insegna della naturalità.

engel/elisir crea con l’aiuto delle Creature turchine i profumi, gli shampoo e le creme che sono un toccasana felice per il corpo ma soprattutto un elisir di lunga vita per lo spirito e suggerisce la SPA con bagni a vapore, saune, aree relax e trattamenti specifici.

energia

la panacea di energia stila una nuova filosofia di vita per riattivare il benessere di corpo, mente e spirito con pratiche di rigenerazione che mettono lo stato fisico in primo piano e che contempla la natura come la cura del bellessere del corpo ma soprattutto del benessere dell’anima

energia lavora per sostenere l’individuo nella sua globalità e ha il ruolo di stimolare la capacità individuale di auto guarigione attraverso un percorso di consapevolezza nell’osservare il malessere o il disagio che si presenta e ricercarne il significato combinando un’alimentazione corretta per il benessere e l’ equilibrio psicofisico medicando gli stati di stress fisici e psicologici che sono all’origine di molte patologie

la scienza medica ha il compito di guarire le patologie sia fisiche che psicologiche ripristinando l’energia vitale che ciascun individuo possiede al momento della nascita e che diminuisce con il tempo poiché minata da tantissimi fattori come le cattive abitudini, stress emotivi, alimentazione scorretta, surplus lavorativi con lo strumento più idoneo da utilizzare per sostenere il percorso d’aiuto in tutte le sue specialità cliniche. Platone diceva : “ non si deve cercare il di guarire il corpo senza cercare di guarire l’anima” e che l’obiettivo primario della scienza medica è il guarire ma anche ridare alle persone la responsabilità della propria salute, attraverso l’adozione di stili di vita sani

GIARDINO ZEN

Visualizza prodotto

PENDOLO DIVINATORIO

Visualizza prodotto

PIRAMIDE DEL SOLE

Visualizza prodotto

CRISTALLI DI SALE

Visualizza prodotto

CANDELE e RITI MAGICI

Olio Essenziale

olio essenziale

Incenso

incenso
guarda il catalogo

fullsizerender-4

naturopatia2

 

naturopatiaRIVITALIZZARE L’INTESTINO

L’intestino ha una funzione essenziale per il benessere di tutto l’organismo. La sua forma particolare ricorda in modo inequivocabile un’ altra parte del corpo fondamentale per la vita : il cervello. Non a caso in questi ultimi anni la medicina naturale ha ormai consolidato l’ipotesi che l’intestino possa essere considerato un nostro “secondo cervello”, sia per la sua stretta connessione con il sistema nervoso autonomo, sia per l’estrema risonanza con il vissuto quotidiano. Pertanto la sua buona funzionalità è strettamente connessa ad un’adeguata risposta psicofisica in relazione agli eventi esterni ed all’ambiente circostante. L’attività principale è quella di terminare il processo digestivo iniziato nello stomaco, ed in ogni tratto specifico risiedono più di 400 specie di microrganismi diversi che nel loro insieme costituiscono la flora batterica. Si tratta sia di batteri anaerobici (bifidobatteri), situati principalmente nel colon, sia di batteri aerobici (lattobacilli), concentrati maggiormente nell’intestino tenue; oltre a ciò sono presenti miceti e microbi vari. Nel suo complesso questa “flotta batterica” garantisce necessariamente l’integrità delle mucose svolgendo un effetto barriera con un’ azione antibatterica patogena. Quando questa flora batterica buona è in equilibrio ed in salute, si parla di eubiosi, al contrario quando è sbilanciata si parla di disbiosi, ed è causata da tantissimi fattori: l’alimentazione, lo stress, le infezioni, l’uso di determinati farmaci, l’età. Per rivitalizzare l’intestino e quindi mantenere uno stato di eubiosi, è in primo luogo necessaria un’adeguata depurazione introducendo alimenti che non infiammino le mucose. Sarebbe opportuno stabilire un giorno alla settimana nel quale vengano assunte solo zuppe “salva intestino”, eccone alcuni esempi. Come colazione , per favorire il naturale svuotamento, è utile la crema di quinoa che si prepara cosi: lavare bene 40 gr. di quinoa e lasciarla in ammollo per 15 minuti, scolarla, metterla in una casseruola e coprirla con acqua, lasciandola cuocere per 25 minuti. Condirla con un cucchiaino di burro di mandorle completando con una mela. A seguire per pranzo e cena altre due zuppe, una a base di zucca: cuocere in poca acqua 250 gr. di zucca dolce, frullarla con qualche suo seme, unire del timo, un filo di olio e un po’ di curcuma, completare con una galletta di riso. L’altra zuppa è a base di broccoli: cuocere al vapore 200 gr. di broccoli, frullarli con una piccola patata lessata, mettere il mix in una casseruola e far scaldare con un filo di olio, unire qualche seme di girasole. Questa giornata dedicata alla depurazione aiuta molto ma non è sufficiente al ripristino dell’eubiosi, vanno aggiunti i fermenti lattici adeguati relativi a ciascuna problematica individuale con altresì una moderata attività fisica per sostenere la motilità intestinale. Ricordiamoci però che tutto ha inizio nella nostra quotidianità, da come ci alimentiamo a come affrontiamo i doveri o i sensi di colpa. Tutti i “brutti pensieri” che cerchiamo di rimuovere, non spariscono…ma si spostano ad un altro livello, acidificando l’intestino e alterando così la flora intestinale che in realtà è il principale guardiano e custode del nostro benessere.

naturopatiaSCOPRI ED ELIMINA LE TUE INTOLLERANZE E PERDERAI PESO

Fin dai tempi antichi Ippocrate, padre della medicina, si accorse che con l’introduzione quotidiana di alcuni cibi comuni, quali ad esempio il latte vaccino, vi erano sull’organismo alcuni effetti negativi secondari che si presentavano a distanza di tempo. Dunque , l’osservazione di tali fenomeni gli fece dedurre che alcuni alimenti andavano evitati periodicamente per mantenere il benessere e la salute della persona. Egli studiava le reazioni ed i cambiamenti psicofisici che avvenivano negli individui dopo aver mangiato. Appartiene infatti ad Ippocrate la frase: “ fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”. Mai come ora assistiamo ad un aumento delle intolleranze alimentari e parallelamente ad un incremento del problema sovrappeso ed obesità. Esiste infatti una larga fetta di popolazione che pur non soffrendo di fame nervosa, stando anche attenta a non alimentarsi con “cibi spazzatura” e facendo oltremodo attività fisica non riesce a dimagrire. La causa, escludendo fattori di origine endocrinologica,va ricercata in una possibile intolleranza a sostanze che diventano vere e proprie “nemiche”. Quando è presente questa condizione, l’alimento incriminato crea uno stato infiammatorio latente e perenne dell’intestino, producendo tossine e liquidi in eccesso e provocando una stasi del materiale di scarto. Tale stato innesca un circolo vizioso di aumento del processo infiammatorio in corso, con il conseguente innalzamento sia dell’insulina che del cortisolo. Ciò induce a mangiare di più, a gonfiarsi ed a stipare l’adipe come riserva energetica. E’ bene quindi scoprire, attraverso i test diagnostici rilevatori di intolleranze e non invasivi,  quali sono gli alimenti che l’organismo non tollera più, ed impostare inoltre un corretto regime alimentare vario e controllato. Si tende infatti, in maniera inconsapevole, a considerare differenziata un’alimentazione che contempli quotidianamente l’uso di biscotti, pasta, brioches, pizza, focacce … mentre introduciamo sempre un solo cereale : il frumento. L’intolleranza dice : basta routine!! Inventiamoci qualche cosa di nuovo e porteremo  benessere, salute e linea nella nostra vita.

PAOLA CHILO’ Naturopata

Esperta in riequilibrio alimentare/intolleranze
con orientamento psicosomatico

per informazioni o appuntamenti +39 339 6055882

Studio Naturopatia in Via Terruggia 1, 20162 Milano

e-mail : naturopaki@gmail.com

 

naturopatia (2)PAOLA CHILO’ profilo professionale

Una sosta nella scienza ufficiale (scienze biologiche ) mi ha permesso di considerare l’uomo da un punto di vista microscopico. La passione per la natura , la filosofia e la psicologia mi ha concesso di unire il microscopico con qualche cosa di più grande : il macrocosmo. Ciò è avvenuto con lo studio della naturopatia una scienza olistica che considera il “tutto” e non solo  le “parti”! La scoperta profonda è stata la consapevolezza che in ognuno di noi vi sono poteri di autoguarigione che mettono in moto meccanismi benefici e che ogni “simtomo è un messaggio” rivelatore, che ci indica cosa non va in quel momento anche a livello sottile, emotivo…e da qui dobbiamo partire. La mia specializzazione è il RIEQUILIBRIO ALIMENTARE e la risoluzione delle INTOLLERANZE attraverso TEST SPECIFICI non invasivi, improntando il discorso anche da un punto di vista psicosomatico. Ogni rimedio o tecnica utilizzata è sviluppata sul profilo di ogni singolo individuo considerando la personalità, le caratteristiche psico/fisiche, il nutrimento e l’ambiente in cui vive. Il titolo professionale è stato conseguito presso L’ISTITUTO DI MEDICINA PSICOSOMATICA RIZA di Raffaele Morelli e sono associata alla Federazione Italiana Naturopati Riza ed iscritta al Registro Regionali degli operatori in Biodiscipline Naturali. Successivamente ho conseguito una serie di master in kinesiologia applicata, erboristeria stagionale, oligoelementi e vitamine, erboristeria/floriterapia, tecnica metamorfica, tecnica di theta healing, non terminando mai di preparami in quanto la ricerca è ciò che anima la mia vita. Scrivo da anni su un mensile nella rubrica “natura e salute…filo diretto con le professioni”, conduco seminari e conferenze sull’uso consapevole dell’alimentazione e delle erbe come strumento di prevenzione e mantenimento della salute, partecipando ad eventi di informazione patrocinati dal consiglio di zona e diretti dall’istituto Don Gnocchi di Milano.

Ricevo nel mio studio di Milano in via Terruggia 1, dove la luce …la gioia…i colori…l’armonia dei pensieri e delle azioni, la musica celeste e vibrazionale, sono i primi  strumenti in cui le problematiche vengono accolte, ascoltate, elaborate e risolte. Vi aspetto con gioia!

Hanno detto di me….:

“grazie, mi hai cambiato la vita”…

“non solo sono dimagrito, ma ho tanta energia in piu”…

“finalmente ho incontrato la persona giusta…grazie”

“dopo una settimana ho ricominciato a dormire con mio marito perché non tossisce più, non ci posso credere, sei un angelo”

“il tuo è davvero un riequilibrio alimentare che fa stare bene…”

 

 

naturopatia

sabbia

SALUTIAMOCI

RUBRICA DI NATURA E SALUTE

a cura di Paola Chilò Naturopata

DEPURARE I RENI PER SOSTENERE IL CAMBIO DI STAGIONE

La stagione che sta per arrivare è legata a forze naturali mediamente centripete. Questo significa che l’impulso esplosivo dell’estate, dove i frutti sono il regalo dell’energia che si muove verso l’esterno, lascia il posto all’impulso implosivo e “intro-verso” dell’autunno, ovvero il periodo della “caducita”. Il corpo risente di questo cambio energetico e reagisce trattenendo le scorie. I reni svolgono un ruolo importantissimo nella depurazione organica … più depurati siamo e meglio affronteremo l’autunno e l’inverno. Tra le funzioni principali dei reni vi è la regolazione della pressione sanguigna, il controllo dell’acidità del sangue e l’eliminazione delle scorie dopo il filtraggio delle sostanze tossiche. Come sempre la natura ci viene in aiuto donandoci le piante e le erbe utili a tale scopo, per es:

LA BETULLA

è un ottimo depurativo dei reni. La prima testimonianza del suo utilizzo risale al 1695 nell’”Historia Vegetabilium sacra” e da allora è sempre stata considerata un ottimo rimedio.

LA GRAMIGNA

è utilissima in caso di acidi urici ed è antinfiammatoria, antigottosa, antireumatica, i cani ed i gatti la cercano e la mangiano per depurarsi.

L’ORTICA è una pianta accessibile a tutti, alcalinizza il sangue ed è un ottimo diuretico, in più riduce i livelli di zucchero nel sangue.

L’EQUISETO O CODA CAVALLINA

oltre ad essere ricca di minerali come il Silicio, aiuta ad eliminare i liquidi e a ridurre l’infiammazione. Quando è possibile è buona norma consumare del brodo di cipolla (zuppa) dal grande potere disintossicante e stimolante. L’insalata di radicchio consumata prima di cena e  della zucca al forno come secondo contribuiscono ad un effetto detossificante dell’apparato urogenitale. Consiglio inoltre di utilizzare sia nelle insalate crude che sulle verdure cotte 2 o 3 cucchiai di semi di girasole poiché ricchi di minerali e vitamine che contrastano l’accumulo di acidi urici. Attivare in questo periodo di cambio stagionale dei processi di sostegno e ripristino del” sistema emuntore reni”è molto importante per ridurre al minimo i rischi di ammalarsi durante l’inverno.

fiore

I FIORI DI BACH

a cura di Patrizia La Fortezza

« La scienza degli ultimi due millenni ha considerato la malattia come un agente materiale che può essere eliminato solo da mezzi materiali: questo è, naturalmente, completamente sbagliato. La malattia del corpo, come la conosciamo noi, è un risultato, un prodotto terminale, uno stadio finale di qualcosa di molto più profondo. »
(Edward Bach, Essere se stessi, trad. it., Macroedizioni, 1995, p. 15)

 

la bacheca dei fiori di Bach

visualizza il catalogo